Cocktail analcolici famosi: ricette e spunti

da | Feb 3, 2022 | Cocktail | 0 commenti

Coloro che non amano l’alcol o non possono berlo per determinati motivi non devono necessariamente rinunciare a consumare un ottimo cocktail al sapore di frutta o dalle note più aspre. Sono sempre di più infatti i locali che offrono una vasta selezione di cocktail analcolici, alcuni dei quali riprendono quelli più famosi eliminando però la componente alcolica.

In questo articolo vedremo nel dettaglio quali sono i migliori abbinamenti, puntando sia su ricette più classiche che sulle ultime novità che il mercato è in grado di offrire. Nella maggior parte dei casi si tratta di soluzioni abbastanza semplici, che possono essere replicate tra le mura domestiche se desiderate servire ai vostri ospiti un aperitivo gustoso e originale.

Quali sono i cocktail analcolici più famosi da replicare?

Per far fronte alla mancanza dell’alcol, è necessario che un buon cocktail analcolico trovi la giusta spinta di sapori, andando a bilanciare correttamente la componente dolce con quella aspra per realizzare una composizione gustosa e fresca al palato. Si tratta di bevande che vengono infatti consumate in ogni stagione dell’anno, ma soprattutto in estate quando le giornate si allungano e si desidera assaporare un gusto leggero e allo stesso tempo dissetante.

Il consiglio è di replicare fedelmente la ricetta dei cocktail più famosi, facendo attenzione alle quantità e al corretto bilanciamento degli ingredienti. Potete poi optare per la realizzazione di più soluzioni differenti, in base ai gusti personali e delle persone presenti, così da proporre un aperitivo vario in grado di soddisfare ogni genere di palato.

Florida

Dal nome evocativo ed esotico, questo cocktail analcolico è conosciuto un po’ in tutto il mondo per i colori accesi che lo caratterizzano e il gusto fresco, in grado di dissetare il palato anche nelle giornate più calde. Nato negli anni 30 con una discreta componente di gin, è stato privato dell’alcol in questa versione rivisitata, che tuttavia ne mantiene tutte le caratteristiche principali a livello visivo e degli altri ingredienti.

Per rendere perfetto l’aperitivo il bicchiere ideale per il servizio è un tumbler lungo e slanciato, decorato con della frutta fresca di stagione. Si tratta solitamente di una soluzione estiva, pertanto via libera a un fresco spicchio di ananas oppure fragole fresche. Interessante è anche la versione più autunnale o invernale, che prevede spicchi di arancia e kiwi.

La ricetta depositata prevede l’impiego di alcuni succhi di frutta dal sapore piuttosto aspro, come quello di pompelmo e arancia. In aggiunta viene inserito del sweet&sour e un top di soda, per donare la giusta frizzantezza e quella nota di brio ulteriore nonostante la mancanza di alcol.

Il colore che predomina è quindi l’arancione, sta a voi scegliere il decoro più appropriato per presentarlo in una veste divertente ma allo stesso tempo elegante. Si presta ad essere consumato durante un aperitivo salato oppure dopo cena per rinfrescare la bocca, poiché non eccessivamente dolce come alcuni altri di moda attualmente.

Virgin Colada

Avete presente la pina colada, uno dei cocktail più famosi al mondo e riproposto in tutte le epoche con il medesimo successo? Il Virgin Colada è la versione analcolica altrettanto gustosa, diffusa sin dagli anni 30 e ancora oggi servita all’interno dei locali per la soddisfazione di tutte le persone astemie. L’elemento che viene a mancare è quindi il rum bianco, mentre vengono mantenuti tutti gli altri ingredienti principali.

Il suggerimento è di mixare 1/4 di ananas dal sapore fresco e dolce, del succo dello stesso frutto e del concentrato di cocco, una composizione esotica in grado di trasportare immediatamente su una spiaggia caraibica come quella di Portorico, dove la creazione ha visto i propri natali.

Si tratta della soluzione migliore per coloro che amano le bevande estive molto dolci, poiché è presente una forte componente di zucchero data dall’utilizzo di frutta che contiene grandi quantità di questo elemento. Tuttavia è possibile ottenere un ottimo bilanciamento dei sapori mantenendo le giuste proporzioni.

Shirley Temple

Chi non ricorda la nota bambina prodigio che ha fatto impazzire intere generazioni con il suo volto ingenuo e i riccioli dorati? Una figura tanto iconica e famosa da dedicarle persino un cocktail, che spopola dagli anni ’30 arrivando fino ad oggi con il medesimo successo.

Le origini di questo famoso cocktail analcolico affondano le loro radici in un territorio esotico e suggestivo come le Hawaii, quando un barista del Royal Hawaian Hotel di Waikiki ha deciso di sperimentare ed è riuscito a trovare la giusta combinazione tra i sapori. La ricetta è piuttosto semplice e replicabile in casa, poiché si compone esclusivamente di ginger ale e granatina, con l’aggiunta del sapore della ciliegina al maraschino, un tocco vintage che ancora oggi è in grado di stuzzicare il palato di tutti gli amanti.

Il sapore della bevanda possiede la giusta nota di aspro, pertanto non risulta stucchevole dopo cena se si decide di andare a bere con gli amici ma non si vuole ingerire alcol.

Buffalo bill

Chi non conosce questo iconico personaggio, non solo protagonista di molti film ma anche capace di dare il nome a uno dei più famosi cocktail analcolici in circolazione. Nato più di 110 anni fa, si dice infatti fosse particolarmente apprezzato proprio dal colonnello William Frederick Cody, celebre cacciatore e amante delle bevande fresche e dissetanti.

Gli ingredienti sono rimasti invariati nel tempo, poiché quando si trova la giusta formulazione modificare anche un solo elemento potrebbe pregiudicare la buona riuscita del mix.

A fare da padrone è certamente il succo di arancia, che dona il tipico colore arancione, unito alla granatina e a un ingrediente speciale, come il tuorlo dell’uovo. Si tratta di un elemento atipico da inserire in una bevanda, che dona una nota di sapore ulteriore e del tutto originale. Oltre al gusto, il cocktail analcolico Buffalo Bill è capace di donare all’organismo un considerevole apporto di proteine, che era utile al colonnello per portare avanti la sua caccia.

Tutti i frutti

Terminiamo il nostro excursus dei migliori cocktail in circolazione con una bevanda ideale per le giornate più afose dell’estate, che può essere consumata in ogni momento perché dissetante ma priva di alcol.

Come si evince dal nome stesso, si tratta di un goloso mix di frutta, che unisce il gusto della banana alla freschezza dell’ananas, passando dai sapori più aspri dell’arancia e del limone. Il colore predominante è quindi l’arancione tendente al giallo, un’esplosione di allegria che si presta ad essere servito con varie decorazioni a tema.

Il bicchiere ideale per questa variante è alto e slanciato, arricchito da una fetta di kiwi che contrasta con i toni della bevanda e crea un delizioso effetto tropicale. Se desiderate aggiungere un’ulteriore nota di freschezza, non dimenticate di inserire qualche fogliolina di menta, ponendola direttamente all’interno o solo come ornamento del bordo.

Nato a metà degli anni ’50, prende il nome dalla nota canzone che spopolava in quel periodo.

Newsletter

Seguici sui Social

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pin It on Pinterest